Claudia Quintieri

Nata a Roma il 09/03/1975. Si è laureata in Lettere e Filosofia con indirizzo Storia dell’Arte Contemporanea. È artista, scrittrice e giornalista. Ha pubblicato i due libri La voglia di urlare nel 2012 e E così la bambina è caduta nel 2014. Lavora presso le riviste Inside Art ed art a part of cult(ure). Ha scritto vari testi critici su artisti visivi. Il suo video Duration è presente nella collezione del Museo Bilotti di Rende (CS) dal 2014.

In qualità di artista ha partecipato alle seguenti mostre: collettiva Essenziale. Certe volte Sogno Interno 14, Roma, nel 2017; collettiva 10° Edizione MAD DONNA – MAD Museo D’Arte Diffusa, Museo Emilio Greco, Sabaudia, nel 2017; collettiva LEVELS, FAENAS CAFE’, Roma, 2017; partecipazione all’ Indipendent Art Festival NEXST nello stand di Spazio Y, Torino, 2016; personale GOCCE VS/ ANIME, Spazio Y, Roma, nel 2016; personale Eternal Feelings Galleria Gallerati Roma, nel 2016; personale 1223 presso Interno 14, Roma, nel 2015; collettiva Portafortuna presso Spazio Varco, L’Aquila, nel 2015; collettiva Portafortuna presso Spazio Y, Roma, nel 2014; personale Eternal Feelings ad Isola Gallery Lab, Roma, nel 2014; collettiva Home Theatre al MAAM- Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz, Roma, nel 2014; collettiva La grande illusione a cura di Manuela De Leonardis alla Temple University, Roma, nel 2014; doppia personale Scripta Volant con l’artista Fiorenzo Zaffina da Bibliothé, Roma, nel 2013; doppia personale Daddy. Sogno di una bambina e di suo padre con la fotografa Manuela Giusto allo studio Abate, Roma, nel 2013; collettiva Play – on al MAAM- Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz, Roma, nel 2013; collettiva Quadratonomade a Palazzo delle Esposizioni, Roma, nel 2012; collettiva Document alla galleria ArtMbassy, Berlino, nel 2011; collettiva Contact-S al liceo Giorgio De Chirico, Torre Annunziata (NA), nel 2011; collettiva Art@Network al MLAC- Museo Laboratorio dell’Università La Sapienza, Roma, nel 2010; collettiva Give me two times al MLAC- Museo Laboratorio dell’Università La Sapienza, Roma, nel 2006. Nel 2012 il suo video Identity è stato presentato nella trasmissione Entr’act Intermediale su Teleambiente. La sua installazione video 1223 è stata oggetto di un servizio sul contenitore televisivo ZTL di Rete Oro nel 2015.